Cerca
  • Umberto Guarino

Mascherina e bikini: sarà il nuovo trikini? Dispositivi abbinati a camicie e valigie.

https://www-corriere-it.cdn.ampproject.org/c/s/www.corriere.it/moda/accessori/cards/mascherina-bikini-sara-nuovo-trikini-dispositivi-abbinati-camicie-valigie/idee-moda_principale_amp.html

Mascheina e costume da bagno abbinati e la scritta: «Estate 2020». È soltanto una delle immagini divertenti che si inoltrano tra amici su WhatsApp, giusto per non dimenticarsi (anche) di sorridere in questo periodo di emergenza sanitaria. Ma la fantasia può diventare realtà e avere successo. Il lockdown, infatti, ha spinto diversi imprenditori e artigiani della moda alla «riconversione», cioè, a diversificare i loro manufatti. E sono nate (pure) tante idee ben riuscite e intelligenti. Attenzione: non si tratta di mascherine chirurgiche, ma alcune «creazioni» hanno ricevuto il «lasciapassare» delle Università italiane per la loro efficacia, come quelle di Angelo Inglese con un velo di Tnt sanitario omologato all’interno.

Il trikini 2020

Maria Vittoria Cimmino, 34 anni, napoletana, è la titolare de La Bikineria a Porto Cervo. «Qui nel 2013 ho dato vita al mio progetto: creare costumi da bagno su misura. Nel 2016 ho parto il laboratorio-negozio», ed è stato un gran successo. Bikini e accessori mare per donna e bambini realizzati a mano. Con lo stop del governo la sua attività si è fermata? «Sì e io sono tornata a Napoli. Ma dopo giorni di grande dolore per motivi personali, ho sentito dentro di me il fuoco della creatività. Forse è stato un modo per non pensare, ma ho ripreso dei tessuti dalla mia collezione privata e si è accesa la lampadina».



Dai maculati agli arcobaleno

A Napoli Maria Vittoria ha iniziato a cucire mascherine con i suoi fantasiosi tessuti da collezione. «Hanno iniziato a chiedermele, a ordinarle e così ho deciso di coinvolgere chi era rimasto senza lavoro. Ho formato una «squadra» di sarte nel mio quartiere e ora abbiamo tantissime richieste. Non mi aspettavo tutta questa richiesta. Sono contenta e soddisfatta perché da un periodo buio è nata un’idea che mi appassiona. E soprattutto perché con questo progetto ho potuto dare una mano a diversi artigiani locali». Le mascherine sono soltanto pezzi unici e si acquistano su www.labikineria.shop . Le fantasie? Maculati colorati, fantasie di fiori, arcobaleni o animali.


Abbinate alle camicie

Mascherine in pendant con la camicia e la pochette da taschino? È l’idea di Angelo Inglese, designer di Ginosa di fama internazionale. La rivista Forbes lo ha riconosciuto come «il sarto italiano più famoso del mondo». Come è nata l’idea di tagliare e cucire mascherine? «Qui, tra Taranto e Matera , non si trovavano dispositivi di protezione. Un farmacista mi ha suggerito di crearle in sartoria. Così, ho fatto delle ricerche. Ho constatato che durante le epidemie passate le mascherine erano in tessuto. Ho lavorato a un progetto e proposto dei campioni». Come sono fatte? «Con i nostri tessuti di altissima qualità, le realizziamo in tre strati e per renderle sanitarie aggiungiamo un velo di Tnt sanitario omologato. Le abbiamo mandate al Politecnico di Catania e al Politecnico di Milano per ricevere la certificazione».

Abbinamenti con camicia. Io dei campioni Sartoria a Ginosa tra taranto e matera, tutto è nato dall’eseigenza nostra in sartoria, un famacista ci ha detto ma perché non le fate voi. Nelle epidemie precenti erano in tessuto. Ricerca, fatto campioni. Tessuti nostri di altissima qualità. Nell’emergenza le voglio donare appena inizierà la fase due sto dei vederle insieme ai miei manufatti. Un accessorio completare a un capo. Approfondite le nostre ricerche: tre stati di tessuto, per renderle sanitarie aggiungiamo un velo di tnt sanitario omologato e ora abbiamo mandate al politecnico di catania e milano per ricevere la certificazione. Bella collezione, abbinamenti. In maniera artigianale. Criteri uguali ai nostri capi. Angelo Inglese, 47 anni di Ginosa. 1955, da tua nonna e 20 anni fa ho preso io. www.g-inglese.com


Alta sartoria

La mascherina sartoriale è un accessorio che farà parte della collezione di Inglese. «La realizziamo esattamente come tutti gli altri capi come facciamo dal 1955». Angelo ha 47 anni. La sartoria (www.g-inglese.com) è nata con sua nonna e 20 anni fa lui ne ha preso il posto conquistando con sacrificio e qualità italiana un posto nel mondo.


0 visualizzazioni

Studio Legale Guarino & Associati - 2017