PROJECTS

                                           Rinaldi Group S.r.l

                                    Business Plan

                                      Anno 2017

INDICE DEI CONTENUTI:

 I PARTE:

No disclosure e Disclaimer

Executive Summery

L’idea di impresa: la descrizione del progetto

II PARTE:

 L’ORGANIZZAZIONE

A) La forma giuridica

 B) I soci

 C) I collaboratori

 III PARTE:

 LA RICERCA DI MERCATO E IL PIANO DI MARKETING

A) Analisi di settore e ricerca di mercato

B) Il prodotto/servizio

C) Il piano di marketing: obiettivi e strategie

IV PARTE:

 IL PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO

 A) Il piano degli investimenti

B) Il piano delle fonti di finanziamento

C) I conti economici preventivi

 D) Gli stati patrimoniali preventivi

E) Il budget dei flussi di cassa

F) La nota integrativa

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE

                                                 I PARTE

                              No Disclosure and Disclaimer

Nel ricevere questo documento, vi impegnate a mantenere e garantire la massima riservatezza sulle informazioni ivi contenute, e su quelle di cui verrete a conoscenza, anche solo verbalmente, nel corso di eventuali ulteriori indagini e/o incontri, nonché a restituire immediatamente, su richiesta della società Rinaldi Group S.r.l., tutto il materiale ricevuto senza trattenere alcuna copia. Questo documento non dovrà essere fotocopiato, riprodotto o distribuito, per intero o in parte, né citato in documenti ufficiali, senza il preventivo consenso scritto della società Rinaldi Group S.r.l. Il presente Business plan è stato redatto secondo ipotesi, dati e indicazioni formulate e fornite da società in questione, alla luce delle informazioni note, della situazione in essere e di quanto poteva essere ragionevolmente supposto, al momento della sua stesura. Si precisa che, in conformità con l’incarico ricevuto, tali informazioni sono state assunte dai materiali redattori acriticamente, ovvero senza svolgere alcun controllo in merito alla correttezza, completezza e validazione dei dati e informazioni ricevute.

La descrizione del progetto

La Rinaldi Group S.r.l è una società di capitali con sede in Pomigliano d’Arco, provincia di Napoli. Formalizzata quale società di capitali. Essa è un’impresa specializzata nella produzione di capi in pelle.

Il suo Target di produzione, che permette il raggiungimento della redditività aziendale, e di conseguenza  garantisce la continuità aziendale nel tempo, è rappresentato da un numero di circa 30 capi in pelle.

La Rinaldi è specializzata nella produzione del capospalla in pelle, il quale viene offerto sul mercato in diversi modelli, con lo scopo di soddisfare esigenze diverse. Il tutto risponde ad obiettivi ricompresi nella diversificazione aziendale. Il mercato preso in riferimento, per il momento, è quello nazionale il quale è conosciuto in modo capillare. Non è escluso l’estensione degli affari oltre confine.

I vertici aziendali hanno ritenuto necessario strutturare le attività aziendali in due aree. La prima, quella principale, è l’attività di server. Tale, ha come scopo servire i diversi operatori di mercato anche blasonati che, avendone conosciuto la qualità e la professionalità, assortiscono le proprie proposte di valore con prodotti provenienti dalla Rinaldi Group. Come è spiegato nei documenti previsionali, la Rinaldi Group, ha come obiettivo vendere oltre 3100 capi a terzi, rappresentando un obiettivo raggiungibile senza particolari difficoltà. Se ne discuterà ampiamente nella parte quarta di questo documento.

La seconda area di attività, è rappresentata dalla produzione a marchio Federico Rinaldi®. I vertici aziendali hanno deciso di muoversi con cautela, in quanto la creazione di un brand e la sua gestione sul mercato, richiede un dispendio di risorse notevoli. La Rinaldi Group implementerà con decisione sul mercato il suo brand, nel momento in cui reperirà gli strumenti finanziari necessari. Lo farà attraverso l’autofinanziamento.

Si è deciso per una crescita moderata ma sostenibile. Una crescita che rispetti le dimensioni aziendali, la sua struttura. È opinione diffusa, attraverso studi autorevoli, che il 90% delle aziende di nuova creazione non raggiunga il quinto anno di vita. Un  tasso di mortalità delle aziende alquanto alto.

Le proposte di valore strutturate dalla Rinaldi hanno un alto contenuto di valore, inteso come la presenza di risorse non riproducibili altrove. Infatti, tale azienda, attua processi volti all’istruzione del personale, il quale è messo al corrente delle moderne tecniche di produzione. Quindi l’approviggionamento di risorse esclusivamente di qualità, ed italiane, unito all’arricchimento ed alla preparazione del personale, garantiscono non solo un certo vantaggio comparato, ma soprattutto il vantaggio competitivo, fine ultimo di ogni impresa.

La Rinaldi group, non ha come obiettivo principale la cosidetta strategia di prezzo, non si intende vendere ad un prezzo inferior dei competitors. La Rinaldi,  ha come obiettivo lo studio del mercato in una visione complessiva. Si affiderà soprattutto a strategie di Marketing innovative che sappiano valorizzare le proposte di valore. Strategie che si affiancano a quelle classiche della customer satisfaction, ovvero la piena soddisfazione del cliente come priorità aziendale.

Lo studio oculato del mercato unito alla professionalizzazione dell’impresa, sono questi gli strumenti di cui si servirà la Rinaldi Group, e che consentirà alla stessa di raggiungere il vantaggio competitivo specificato in precedenza.

La professionalizzazione dell’impresa è la chiave per raggiungere i risultati di gestione sperati. Ci si avvale di consulenti, analisti finanziari e di marketing nonchè di consulenza specializzata in diritto della moda.

La Rinaldi Group al fine affermarsi sul mercato è aperta a partnership nonché l’entrata di nuovi soci, per il miglioramento della posizione competitiva attuale.

L’autofinanziamento delle attività aziendali è il motivo per cui un potenziale partner sceglie Rinaldi Group S.r.l e non altro. Infatti, come si evidenzierà nello Stato Patrimoniale, nella parte quarta di questo lavoro, non esistono debiti di finanziamento e di funzionamento.

Gli edifici aziendali sono situati in Pomigliano d’Arco, in Via Passariello, 173.

I motivi che hanno spinto a tale  scelta sono semplici, la presenza in loco di un immobile capiente e dotato di diversi confort. Altresì la presenza di reti di collegamento, con i diversi paesi limitrofi, che ne agevolano le comunicazioni.

                                             II PARTE

                                    L’ORGANIZZAZIONE

La forma giuridica

La Rinald Group S.r.l, è una società a responsabilità limitata. Essa, come si vede dalla nozione contenuta nell’articolo 2462 c.c.,  costituisce un tipo più semplice di società di capitali rispetto alla S.p.a. e, di regola, di dimensioni minori.
Sono sufficienti, infatti, solo diecimila euro (art. 2463  comma 2 n. 4)  di capitale sociale per costituirla contro i cinquantamila euro della società per azioni.

Essa è stata costituita, come da rogito notarile, il 02/12/2014 ed iscritta al registro delle imprese nella sezione ordinaria il 15/12/2014.

I Soci

Come si evince dall’atto costiutivo essa è stata costituita con un capitale sociale di 10.000 euro. Sottoscritti per il 70% dal socio di maggioranza ed amministratore unico Federico Rinaldi. La restante parte dal socio di minoranza Rocco Maria.

Federico Rinaldi, nato a Casoria il 27/08/1974, oltre che socio di maggioranza, come in precedenza indicato, è anche l’amministratore unico del complesso aziendale.

È il fondatore dell’idea imprenditoriale in questione, essendo lui stesso in prima persona partecipante alle attività di produzione. Ha avuto coraggio nel formalizzare giuridicamente la sua idea, quella che oggi rappresenta nel territorio napoletano una solida realtà, non più una scommessa.

Maria Rocco, socio di minoranza della società in questione, detenendo solo il 30% delle quote sociali. È estranea alle attività aziendali, interessandosi esclusivamente della ripartizione del risultato di gestione finale.

Consulenti.

Umberto Guarino, consulente legale della Rinaldi Group. Titolare dello studio legale Guarino & Associati.  Esperto in diritto della moda. Definito “Avvocato d’affari”, appellativo concessogli dal Master,  superato con successo, de “Il Sole 24 Ore Business School”. Responsabile dell’incubatore/acceleratore “Fashion Business Consulting” struttura realizzata ed operante nell’ufficio legale Guarino & Associati. Con la funzione di fornire un supporto integrato alle aziende di moda: dall’ideazione alla produzione, dalla comunicazione alla vendita, dall’immagine al marketing.

                                       III PARTE                         

LA RICERCA DI MERCATO E IL PIANO DI MARKETING

  1. ANALISI DI SETTORE E RICERCA DI MERCATO.

Da autorevoli fonti il sistema economico in Italia ha registrato decrementi delle vendite, e di conseguenza del prodotto. È il Sole 24ore ad annunciare che a Settembre del corrente anno le vendite al dettaglio siano calate del 1,4%. Tra i prodotti non alimentari si registrano variazioni negative per quasi tutti i gruppi di prodotti con le diminuzioni più marcate per i gruppi cartoleria, libri, giornali e riviste (-4,1%) e calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-3,9%). Complessivamente, anche rispetto ad agosto, le vendite non food si riducono dello 0,8% sia in valore che in volume. Invece le vendite di prodotti alimentari, rispetto ad agosto, diminuiscono dello 0,3% in valore e risultano stazionarie in volume e, nell'anno, calano dello 0,2% in valore e dello 0,5% in volume.

Nonostante circostanze economiche non particolarmente favorevoli, il settore moda rimane quello che meglio riesce ad adattarsi alla crisi. Il motivo risiede nella tradizione, nella vocazione del nostro Paese. Il made in Italy è ancora particolarmente apprezzato, il consumatore riesce ancora a distinguere i suoi tratti distintivi e differenziare tali prodotti dalla produzione asiatica. Il made in Italy si difende.

La Rinaldi group è ubicata, come descritto nella parte seconda, in Pomigliano, Campania. La Campania vanta una forte tradizione della produzione artigianale dove si è sempre fatto leva sulla qualità delle risorse in situ, qualità nei processi lavorativi ed utilizzo di risorse locali.

Come specificato in precedenza, la scelta dell’attuale ubicazione  è stata adoperata anche dopo un’attenta analisi del potenziale bacino di utenza. Infatti, Pomigliano d’Arco ha una discreta densità di popolazione, la quale, si aggira intorno alle 40000 unità. È presente una buona densità di imprese di piccole e medie dimensioni, ne sono circa 1074. La vicinanza geografica con un’altra cittadina, Nola, ha contribuito a tale scelta. Infatti Nola è sede dell’interporto, punto strategico e di incontro con migliaia di imprese. Infine, ma non meno importante, è la vicinanza del capoluogo campano, Napoli. Essa è la terza città d’Italia per densità demografica, con circa 972000 abitanti, una città con forte industrializzazione.

Da un’analisi territoriale si passa ad un’analisi competitiva.

Il mercato di riferimento della Rinaldi Group è vario, ospita diversi competitor: ovvero, diverse aziende specializzate nella lavorazione e nel commercio di capi in pelle.

SALVATORE SANTORO®, azienda napoletana di pelli, è il principale competitor. Raccoglie il maggior numero di clienti, frutto di un’attenta ed oculata strategia competitiva. Ha inteso la lettura tradizionale del mercato come un fattore di involuzione. Infatti ha strutturato la sua strategia competitiva associandola ai moderni valori dei consumatori. Ha saputo altresì strutturare la stessa in modo tale da coinvolgere diverse generazioni della potenziale clientela. Ha strutturato la sua distribuzione commerciale, attraverso punti vendita a marchio Salvatore Santoro, in diverse città d’Italia. Perchè è imprescindibile pensare ad un processo di crescita senza considerare il mercato oltre regione.

Avvalendoci di scritture pubbliche, presso la Camera di Commercio, si è potuto fare una stima della sua dimensione, patrimoniale e finanziaria.

Iscritta come la Francis & Co. Srl, al 31/12/2015 ha raggiunto un fatturato, per totale ricavi di vendita, pari a 3.666.995 Euro, registrando un miglioramento rispetto all’anno precedente. Un risultato ante imposte pari a 308.170 Euro, ed un Utile netto pari a 192.883 Euro.

PELLEIN, azienda situata in Solofra, (AV). Essa è un’azienda storica per la produzione di capi in pelle. Riesce a soddisfare diverse tipologie di esigenze, riuscendo a coinvolgere diverse tipologie di consumatori sia consumatori finali che operatori di mercato intermedi, avvalendosi dell’antica tradizione di lavorazioni in pelle che a Solofra è storicamente presente. Un’azienda che in modo controcorrente non ha voluto stabilire propri punti vendita oltre regione, ma che ha comunque inteso l’importanza di una vetrina che solo internet offre. Struttura la sua strategia in tre diverse proposte di valore.

Il primo, Stile Giovane e Dinamico attento alle nuove tendenze giovanili.

Il second, Stile Classico ed Elegante pensato per persone eleganti, sofisticate, sobrie, ma decisamente moderne ed attuali, dall'immagine misurata e senza eccessi.

Il terzo, Stile Semplice, Contemporary e Glamour, caratterizzato da un gusto easy che abbina la comodità allo stile.

Flo & Clo, marchio associato alla FC Italia srl. Essa nasce negli anni’80 attestandosi così come una delle aziende storiche nel distretto industriale della regione Campania.In quegli anni, l’azienda assume un carattere tipicamente artigianale mentre è solo negli anni 2000 che la FC ITALIA srl prosegue nella propria fase di sviluppo in modo equilibrato sia come volume di capi prodotti, sia come specializzazione produttiva.

Un momento determinante nella storia aziendale è costituito dall’accordo societario tra Andrea Cremato e Lorenzo Fiore avvenuto alla metà degli anni 2000 quando, pur mantenendo la continuità della tradizione familiare, si è dato un indirizzo strategico alla produzione perseguendo una specializzazione nel segmento piumini impermeabili e sportswear; innalzando il livello qualitativo del prodotto e seguendo la propria vocazione nell’utilizzo di materiali pregiati quali pellame e pellicceria e pian piano affermando il marchio FLO&CLO tra i leaders italiani del settore.

Dalla seconda metà degli anni 2000 la FC ITALIA srl assume i connotati di un’azienda moderna,attualizzata tecnologicamente ma senza perdere il valore aggiunto derivante dalla tradizione e specializzazione dell’esperienza e delle risorse umane;

l’attenzione all’immagine del prodotto, un’attenta strategia distributiva rivolta al mercato italiano e ai mercati esteri grazie all’apertura dello showroom “FLO&CLO” presso il centro ingrosso più importante in Europa e nel Mondo “Centergross”.

 Lo sforzo di ricerca sui materiali dà una risposta alle esigenze dominanti della vita moderma: morbide, leggere e al tempo stesso del tutto calde e fluide, le linee dei modelli FLO&CLO coniugano i tessuti tecnici alla pelliccia, accessori di pregio con finiture sartoriali; il tutto per caratterizzare e rendere unici dei capi che esaltano la personalità di chi li indossa. I modelli FLO&CLO si ispirano ad una perfetta sintesi di estetica e lusso, facendo della creatività il tratto distintivo delle collezioni del Brand.

Quanto alla sua dimensione aziendale emerge dalle scritture pubbliche una situazione alquanto contrastante, un fatturato ingente, legato a ricavi totali di vendita pari a 3.849.327 Euro, un Utile ante imposte pari a 96.076 Euro, ed un Utile netto pari a 53.003 Euro.

D’ARIENZO S.r.l., fondata nel 1991, presso il distretto industriale di SOLOFRA, è un’azienda produttrice di abbigliamento in pelle.
Dopo 22 anni di esperienza nel settore oggi si afferma sul mercato proponendo prodotti originali e di ricerca, utilizzando materiali ed accessori di primissima qualità.
L’artefice principale di questa piccola realtà è Matteo D’Arienzo coadiuvato da un gruppo di collaboratori esperti nel settore che si contraddistinguono per elevate capacità lavorative, cercando di ottenere risultati soddisfacenti nei vari rapporti commerciali.

La prerogativa dell’azienda è quella di promuovere il marchio MADE IN ITALY nel mondo.
Ad oggi si affaccia su alcuni mercati Europei, ma in primis su quello Asiatico, offrendo un prodotto di qualità e superando gli ostacoli concorrenziali che lo stesso mercato impone.
I materiali utilizzati sono certificati e rispettano le varie norme vigenti del settore, soprattutto dando priorità alla salvaguardia dell’ambiente.

L’elevata pressione competitiva da parte dei mercati asiatici e delle grandi catene di abbigliamento ha spinto D’Arienzo a sviluppare una campagna di comunicazione mirata a raggiungere una nicchia di potenziali clienti e rivenditori interessati all’abbigliamento artigianale in pelle. Con il supporto di Google e Unioncamere, l’azienda ha iniziato un percorso di digitalizzazione iniziato dal rinnovamento del sito fino all’apertura di una sezione dedicata all’e-commerce, per poter raggiungere clienti in tutto il mondo. Inoltre D’Arienzo ha iniziato a investire in campagne di promozione sul Web e ha aperto diversi profili sulle piattaforme social, all’interno di un piano annuale di marketing che si pone l’obiettivo di incrementare le vendite dirette al consumatore e ricercare nuovi rivenditori online.

Analizzando ora la sua dimensione notiamo dagli atti pubblicati che nonostante un notevole volume di affari relativo ad un valore della produzione pari 1.031.283 Euro, ha raggiunto solo un utile netto di gestione pari ad Euro 5581.

    PRODOTTO/ SERVIZIO

La Rinaldi Group, azienda di giovane costituzione, è in piena crescita, non avendo, infatti, raggiunto la maturità sia produttiva, intesa come complesso e varietà di capi, sia maturità dimensionale.

L’azienda in esame ha cercato di individuare I suoi migliori competitor ed analizzarne I loro comportamenti sul mercato.

L’umiltà è il valore che appartiene ai vincenti.

La Rinaldi Group attualmente ha strutturato la sua proposta di valore assumendo una posizione di follower sul mercato.  Tendenzialmente la sua collezione è formata da circa 31 modelli di capi, sia femminili che maschili.

La produzione del capospalla in pelle è la specialità della Rinaldi, la quale riesce a coniugare stile, design, qualità delle lavorazioni e  qualità delle pelli dando vita ad un prodotto unico e ricercato sul mercato. Viene proposto in diversi modelli e per genere, con l’obiettivo di soddisfare anche il cliente più esigente.

 

        Il piano di Marketing:

         Obiettivi e Strategie.

Considerate le attuali condizioni di mercato, data la saturità dello stesso, intraprendere strategie di mercato che agiscano sul prezzo o sul prodotto, potrebbe essere la scelta meno efficacie e di conseguenza più rischiosa.

Tra i suoi obiettivi, la Rinaldi Group, ha quello di uscire da una posizione anonima di mercato. Infatti si vuole capire chi servire (clienti target), quali bisogni soddisfare (bisogni target), ed in che modo soddisfarli (strutturazione strategie).

I vertici aziendali hanno ritenuto corretto agire attraverso due specifiche leve di marketing: il prodotto ( product), e la promozione (promotion).

La più importante leva decisionale che riguarda il prodotto è la politica di brand management. Si è ritenuto importante agire su elementi che soddisfano le aspettative del cliente.

Questo sarà reso possibile attraverso l’organizzazione delle collezioni per tipologie, in modo tale da garantire ordine e facile riconoscibilità.

Sono state ideate due linee.

La Rebel, che soddisfa esigenze particolari. Adatta a chi ha forte personalità, soggetti indipendenti, dotati di spirit libero, esploratore, underground, anticonformista.

La linea Glamour, la quale è adatta a chi ritiene la sobrietà element imprescindibile in contesti ordinari, luoghi di lavoro, centri di formazione (Università). Una linea che è pensata anche per il business man, il soggetto utilizza abbigliamento formale (vestito e cravatta) anche quando non è necessario.

Si è volute operare questa distinzione, con un taglio col passato, in modo tale da garantire al marchio facile riconoscibilità e potere di differenziazione.

Per ciò che concerne le leve strategiche si è pensato innanzitutto forme promozionali tradizionali.

Come l’attività di budgeting ha mostrato, si terranno due fiere (nazionali e internazionali). Lo scopo è quello di avvicinare potenziali acquirenti al prodotto, in modo tale da poter sincerarsi sulla qualità e la veridicità delle attività promozionali.

Un secondo canale promozionale è la distribuzione di depliant informativi, in cui viene illustrato l’intero catalogo della collezione oggetto del BP.

Infine verranno presi in considerazione l’utilizzo di cartelloni pubblicitari, installati in luoghi strategici, dove è presente un’utenza consistente.

La collezione Rebel e Glamour saranno illustrate in modo tale da mentalizzare il soggetto alla tipologia di prodotto, creare una mental map, così da associare immediatamente l’utilizzo del bene al soddisfacimento di particolari bisogni.

La Rinaldi Group, d’accordo con gli amministratori, ha ritenuto necessario intervenire anche su leve non convenzionali ma di vitale importanza.

Prima leva strategica da analizzare è la piattaforma  WooCommerce.

Esso è un plugin per e-commerce gratuito che permettere di vendere in maniera ottimale I prodotti. È la soluzione ottimale che permette il controllo complete del proprio shop. WooCommerce è, al momento, il motore del 30% di tutti I negozi online.

Utilizzo di Google Adwords. Esso è In servizio onlide di advertising che permette  di inserire spazi pubblicitari all’interno delle pagine di ricerca di Google. Si possono così creare champagne pubblicitarie mirate a determinati target di utenza e obiettivi di marketing. Il sistema degli annunci si basa sul pay per click, ovvero sulla formula che richiede un esborso da parte di chi pubblica annunci, solo se l’ad viene effettivamente cliccato da un utente. Quest’ultima è la formula meno onerosa.

       CONTO ECONOMICO PREVISIONALE

A. VALORE DELLA PRODUZIONE

 

  1. Ricavi delle vendite e delle prestazioni

421810,00

  1. Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti.

0

  1. Variazioni dei lavori in corso su ordinazione

0

  1. Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni.

0

  1. Altri ricavi e proventi con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.

0

TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE (A)

421810,00

 

 

B. COSTI DELLA PRODUZIONE

 

  1. Per materie prime, sussidiarie, di consume e di merci.

237687,56

  1. Per servizi:

 

-Consulenza legale

3600,00

-Consulenza fiscale

6000,00

-Consulenze varie (amministrative, del lavoro…)

720,00

-Utenze varie (spese energia, trasporti, varie..)

18000,00

-Spese di pubblicità e Marketing, fiere..

16400,00

  1. Per godimento beni di terzi

0

  1. Per il Personale:

 

-Costo MOD

                                                       50570,00

-Stipendi personale amministrativo

35800,00

  1. Ammortamenti e Svalutazioni

0

  1. Variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consume e merci.

0

  1. Accantonamenti per rischi.

0

  1. Altri accantonameni.

0

  1. Oneri diversi di gestione

0

TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE (B)

368777,56

DIFFERENZA TRA VALORI E COSTI DELLA PRODUZIONE (A) – (B)

+53032,44

 

 

C. PROVENTI E ONERI FINANZIARI

 

  1. proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi a imprese controllate e collegate.

0

  1. altri proventi finanziari

0

  1. interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti

0

  1. utili e perdite su cambi

 

TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI (C)

0

 

 

D. RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA' FINANZIARIE

 

  1. Rivalutazioni.

0

  1. Svalutazioni

0

TOTALE (D) Rettifiche di valore di attività finanziarie.

0

 

 

E. RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE

(A-B+/-C+/-D+/-E)

+53032,44

  1. Imposte sul reddito di esercizio, correnti, differite e anticipate (IRAP, IRES)

20020,62

  1. UTILE (PERDITA) DI ESERCIZIO

+ 33011,82

Studio Legale Guarino & Associati - 2017